È  il nome di un piccolo podere arrampicato su un poggetto coperto di macchia mediterranea, nella Valle della Milia, affluente della Cornia, nell'Area Indicata come Alta Maremma.
L'Alta Maremma, che si estende dietro la costa che da Punta Ala arriva a Cecina, secondo i confini Danteschi, nella realtà si considera tale, maremma, solo in parte, essendo i popoli e le abitudini agricole molto diverse, solo la parte marittima della Val di Cornia ha mantenuto zone umide fino in tempi recenti.
Storicamente le Tenute dei Conti Figoli de Geneys e dei Rosselmini- Gualandi, erano l'ultimo baluardo di quella terra paludosa e abitata da butteri, vacche, cavalli e zanzare che si poteva definire a pieno titolo Maremma. Marco Roghi